SI PUO' TESSERARE UNA PASSIONE?

CURVA MARATONA
La fine della stagione si avvicina e con essa l’introduzione della famigerata tessera del tifoso.
Abbiamo più volte detto i motivi per cui siamo fortemente contrari a quest’ultima trovata del nostro ministero.
Ci opponiamo a questo provvedimento perché è un ulteriore, intollerabile strumento di controllo personale, attraverso la tessera verranno catalogate e schedate milioni di persone e la polizia avrà il diritto di selezionare chi potrà o meno entrare allo stadio.
Non abbiamo intenzione di chiedere il permesso alla questura per entrare a casa nostra, non intendiamo farci schedare ulteriormente solo per esercitare quello che è un nostro diritto, andare allo stadio a tifare per il Toro, non ci interessa avere una carta di credito rintracciabile in ogni momento e rimpinguare i conti delle banche.
Non ci vogliamo piegare a questa tessera che ucciderà il tifo e cancellerà la Maratona e siamo pronti a lottare per difendere i nostri diritti e la nostra curva.
Per questo Domenica 30 Maggio prima della partita casalinga con il Cittadella partiremo con un corteo contro la tessera del tifoso e invitiamo tutti i sostenitori granata, ultras e non, a partecipare in massa e combattere con noi questa fondamentale battaglia!
Ci troveremo al Fila a partire dalle 11.30 e da lì partiremo per raggiungere la curva Maratona, prima dell’inizio della partita.
Domenica 30 Maggio tutti in strada per urlare:
NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO!

BOYS PARMA
Il tifo libero non si tessera…noi Boys non faremo la tessera del tifoso. Per entrare allo stadio non chiederemo nessun permesso, né alla Società, né alla Questura, né a Maroni; non sottoscriveremo nessuna carta di credito, e non ci consegneremo nelle mani delle Società di calcio. Se il Parma Calcio adotterà la Tessera del tifoso e la renderà obbligatoria per comprare l’abbonamento: noi NON faremo l’abbonamento per la stagione 2010/2011
Invitiamo, chi la pensa come noi e si sente tifoso e non cliente, a fare lo stesso. Questa è l’unica cosa che possiamo fare, ed è l’unica cosa da fare per lanciare un segnale forte nei confronti di chi questa Tessera vuole imporla. La nostra passione è grande, da sempre. Una passione che abbiamo dimostrato con i fatti, seguendo e sostenendo il Parma in ogni città e in ogni situazione, dal 1977. Ma per passione, si può rinunciare alla propria natura e alla propria dignità? Noi crediamo di no.
Queste politiche repressive e speculative stravolgono un rapporto, trasformandolo da libero e passionale a sottomesso e commerciale. Da tifosi a clienti: ecco, a noi questo nuovo tipo di rapporto non interessa. Politici (con Maroni in testa) e Società di calcio, attraverso la Tessera e grazie alle leggi e norme speciali che negli anni si sono confezionate (con la scusa della “sicurezza”), mirano ad avere sui tifosi un potere praticamente assoluto: chi gli romperà le scatole (su temi a loro cari, soprattutto economici) potrà essere messo fuori. Un modo per censurare o per indurre all’autocensura, non i singoli (chi protesta individualmente non riesce a farsi sentire, e quindi non disturba) ma i Gruppi liberi. Ci vogliono zitti, o pronti a tifare a comando, seduti, possibilmente con le tasche piene di euro da spendere. Vogliono colpire i Gruppi organizzati, il tifo libero, ultras e non. Puntano a far tesserare il tifoso-cliente alla Società, per allontanarlo dalle Associazioni di tifosi, a cui si tesserava tradizionalmente. Ricordando che non c’è alcuna legge dello Stato che impone la Tessera del Tifoso, chiediamo al Parma FC di non farla, e in ogni caso di non usarla per discriminare chi non la farà. Lo stadio non deve essere usato per fare selezione, ma per favorire la libera partecipazione popolare allo sport da sempre più seguito in Italia. Se non ci sarà sostanzialmente impedito, continueremo a seguire il Parma senza Tessera, finché potremo, ogni volta che ci sarà possibile, sostenendolo come abbiamo sempre fatto, dicendo la nostra, anche quando sgradita ai potenti. Acquisteremo i biglietti per le singole partite, sia in casa che in trasferta, anche se saremo costretti ad andare in settori diversi da quello riservato agli “ospiti”. Invitiamo tutti quelli che non faranno la Tessera del Tifoso a seguirci e sostenerci. Vogliamo continuare a portare avanti i nostri valori e il nostro tifo: insieme possiamo farcela. Forse siamo ad un bivio storico. Ancora prima di sapere esattamente cosa ci aspetterà, abbiamo già fatto la nostra scelta: rimanere noi stessi, sempre e comunque. Non ci avranno mai come vogliono loro. Se ne avete la forza: seguiteci. Altrimenti, rispettateci, come noi rispetteremo voi

ULTRAS CREMONA 1999
SIAMO CONTRARI AI COMUNICATI DA SEMPRE, MA IN QUESTO CASO CREDIAMO CHE USCIRE DAI NOSTRI PARAMETRI SIA DOVEROSO, COSI’ COM’E’ DOVEROSO INFORMARE IL MONDO ULTRAS, LA NOSTRA TIFOSERIA, LA NOSTRA SOCIETA’ E CHI VUOLE DISTRUGGERCI ( STO GIRO IL SIGNOR MARONI, MA PRIMA DI LUI ALTRI) CHE NON CI PIEGHIAMO, NON FAREMO LA TESSERA DEL TIFOSO E NON FAREMO NESSUN ABBONAMENTO ALLA CREMO.
E’ GIUNTA L’ORA DELLA RESA DEI CONTI, VEDREMO CHI E QUANTI OSERANNO SFIDARE LO STATO, VEDREMO CHI E QUANTI SONO STATI NEMICI FIERI O AMICI FINTI, ADESSO NON CONTANO PIU’ SOLO I COLORI DIVERSI, ADESSO CONTANO GLI IDEALI, IL RICORDO, LE FERITE, IL CUORE, GLI AMICI E IL SENSO VERO DI APPARTENERE A QUALCOSA DI INCREDIBILE E DI AVER AVUTO LA FORTUNA DI FARNE PARTE, UN MONDO CON LE SUE CONTRADDIZIONI UNICO E INSPIEGABILE, E NON SARA’ CERTO UNA TESSERA DI MERDA A FARLO FINIRE MISERAMENTE.
CI PIACE PENSARE CHE TUTTI NON SI ADEGUERANNO A QUESTA SCHIFEZZA, MA CI SEMBRA SOLO UN UTOPIA, VISTO COSA SUCCEDE IN CERTI STADI, DOVE LA GENTE SI VENDE SOLO PER POTER PRESENZIARE SPETTATORI INERMI, NOI COME GRUPPO VOGLIAMO CONTINUARE AD ESSERE PADRONI DI NOI STESSI, PER QUESTO INIZIEREMO UN NUOVO CORSO, TORNANDO A RITROSO NEGLI ANNI, GLI STESSI ANNI CHE SONO STATI E SARANNO SEMPRE…I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA VITA.
NOI NON CI TESSERIAMO.
CREMONA 20.05.2010

ULTRAS TITO CUCCHIARONI
Come anticipato domenica nel corso della scooterata, ricordiamo che gli Ultras Tito Cucchiaroni organizzano la raccolta degli abbonamenti di coloro che aderiscono al "NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO".
In questo momento è importante restare uniti in modo da poter rimanere tutti assieme qualunque sia il nostro posto all'interno dello stadio; sono al vaglio alcune soluzioni per le quali si stanno studiando fattibilità tecniche, logistiche e legali circa la nostra collocazione.
Nessuno di coloro che aderisce a questa lotta verrà lasciato da solo, faremo di tutto affinchè chi crede in noi e in quello per cui lottiamo possa continuare a seguire la Sampdoria da Ultras Tito. Ad oggi sono già stati raccolti numerosi abbonamenti, gli stessi potranno in futuro essere ripresi ed in quanto nominali garantiamo che non saranno usati da altri. Chi vuole aderire a questa ennesima sfida e chi h
a bisogno di ulteriori chiarimenti circa questa raccolta è invitato a presentarsi presso la nostra sede tutti i martedì e giovedì dalle 19 alle 23 ed il sabato pomeriggio dalle 14.30 alle 19.
Sicuri del vostro interesse nel riprenderci la libertà di seguire e tifare la Sampdoria come piace a noi, contiamo sul vostro abbonamento.

CURVA SUD A.S. ROMA
In seguito all’ufficializzazione da parte dell’AS Roma del programma “Privilege Card” (comunemente conosciuta come “Tessera del Tifoso”), i gruppi della Curva Sud rendono nota la loro più ferma opposizione a questo scellerato progetto meramente economico.
Ciò non significa però che che la passione ed il calore che sempre hanno contraddistinto la Curva Sud verranno mai meno: ove possibile sentirete parlare ancora di noi.
Sempre presenti mai fidelizzati.

Annunci
Explore posts in the same categories: Uncategorized

26 commenti su “SI PUO' TESSERARE UNA PASSIONE?”

  1. anonimo Says:

    un saluto ai fratelli di Siena, non sono potuto venire perche' ero impegnato a Siena a vincere uno scudetto..spero di vedervi tra 2 settimane al colavolpe.infierire coi romanisti sarebbe di cattivo gusto, ma una battuta la voglio fare..x gordon,  la matematica da oggi non e' + una certezza..aveva detto che x la legge dei grandi numeri un evento dei 4 (campionato, coppa Italia, coppa uefa, lazio in b) doveva accadere x forza…..

  2. ilModernista Says:

    Dal momento che non mi abbonerò il prossimo anno (finché c'è Locoso io non mi abbonerò mai più) io sta tessera non la farò!E voi?La fate?E in generale…che ne pensate?Proporrei la Tessera del Ruccutone in alternativa…

  3. anonimo Says:

    Modernistico ho paracchi dubbi, ma tanti…davanti ad una birra ne parleremo.Sempre tuoSilvio Pelvico

  4. ilModernista Says:

    Ripeto…per me non farla è facile perché finché rimane quella merda non m'abbonerò.Io non ho perplessità sul progetto (che ritengo una follia), le mie perplessità riguardano gli ultras…Davanti a na birra quando te pare…

  5. Gordon74 Says:

    Non la farò perchè ho sempre avuto un brutto rapporto con le tessere… ho provato un anno con la tessera della sezione di un partito e me ne sono pentito amaramente: faccio il possibile per avere una mia visione a 360° e quindi formare una mia opinione su vari argomenti e poi si riduce tutto a "fare numero" sull'idea che verrebbe fuori dalla sezione… no, non fa per me. Certo, ho quella del neonato Roma Club Terracina, ma perchè conosco le persone che ci sono dentro e loro conoscono bene me. Ho quella dell'ATAC perchè da quando hanno messo i tornelli anche alla metro, senza non si passa.P.S. C'è un messaggio spam che gira sul blog… ho già risposto… forse non dovevo.P.S.2 Non ho mai capito perchè si deve parlare davanti a una birra… non è meglio stare dietro? Se te la rubano?

  6. Gordon74 Says:

    Ah una cosa Mod… a proposito dell'inchiesta aperta su Lazio-Inter… sono sempre stato convinto sin da subito che si fosse inventato le minacce, ma ora vengo a sapere che al processo sul gruppo-Chinaglia stanno venendo fuori cose pesanti su Lotito e la sua famiglia. Non mi stupisco neanche qui, visto che parliamo di questo soggetto:Ma intanto delle persone si stanno facendo il carcere e l'eventuale risarcimento sarebbe irrisorio. In questi casi lo sfottò sarebbe veramente fuori luogo, ma soprattutto mi viene da chiedere: a questo soggetto chi gliela fa la tessera del tifoso?

  7. anonimo Says:

    ma il coattone biondo con i capelli lunghi che hanno inquadrato, penso in monte mario??? Piu' che coattone me sembrava la mamma di Mexes..figlio di circe

  8. ilModernista Says:

    Una preghiera…basta co' ste cazzate…lo spazio per sfotterci c'è già stato…ora si volta pagina e cmq non vi daremo più modo di parlare di certe cose perché non tutti si sono dimostrati all'altezza di affrontare con il giusto spirito le nostre rivalità calcistiche.Torniamo alla mentalità ruccutona…grazie!

  9. ilModernista Says:

    Gordon…ma io è da tempo che cerco di dirvi certe cose…ma dall'altra parte come risposta ho sempre avuto: "Lo contestate perché v'ha tolto i privilegi".Sarebbe troppo lungo e complesso il discorso da affrontare…e non mi va per ora di farlo su queste pagine…io vi dico solo che stiamo parlando di un vero e proprio delinquente con seri disturbi della personalità!Finché c'è lui come presidente voi potete dormire sogni tranquilli…altro che Rosella Sensi…

  10. Gordon74 Says:

    Beh io il discorso (anche se indirettamente) lo conosco un po'… calcola che dall'esterno, tralasciando i soliti superficiali che si fermano a ciò che i giornali pubblicano ed evitano di smentire, un quadro della situazione generale era chiaro sin dall'inizio: Lotito mirava a separare gli Irriducibili dal resto della tifoseria. Le prime vittime di questa spaccatura è ovvio che sono stati gli stessi tifosi… che dopo la dilazione del debito hanno avuto la folgorazione nel nuovo messia e ripudiato gli Irriducibili, identificandoli come la causa di tutti i mali della Lazio. Tu potrai confermarmi che qualche ragione in più potevano averla nel credere questo… è ciò su cui ha fatto leva Lotito per realizzare il suo piano, ma andando oltre… troppo, come sua consuetudine. Ha mandato in galera gente innocente… se prima la Lazio in crisi o lo stadio a Valmontone potevano piacermi come idee, questo mi manda in bestia.Questo è il mio punto di vista, che per ovvie ragioni è limitato a considerazioni puramente super-partes… lo stesso arrivo di Lotito alla Lazio fu visto dai romanisti come un ritorno di un certo gruppo che ha sempre gravitato intorno alle due squadre capitoline e soprattutto all'edilizia che ne poteva derivare. Affari sporchi, materiali scadenti (come in prima persona ho avuto modo di valutare), e soprattutto avidità e spregiudicatezza.

  11. anonimo Says:

    Aspettavo questo post ed ovviamente e' arrivato, io non mi tessero, e per me non e' facile dopo 10 e passa anni di curva sud, fra i miei soci c'e' un dibattito tutt'ora aperto per capire come dobbiamo muoverci alcuni non ci stanno a perdere un posto oramai conquistato da decenni di presenza in quella che e' diventata la nostra seconda casa certo e' che non si puo' sempre abbasare la testa o ingoiare merda per quella che e' la nostra passione, vero pure che c'e' ne e' tanta di merda in giro anche peggiore di una fottuta tessera dello schifoso che ci lascia troppo spesso indifferenti pultroppo cmq sia vedremo poi come muoverci l'unica cosa su cui siamo comunque tutti in sintonia e' o tutti o nessuno gli amici non si lasciano.Un saluto a tutti fatemi leggere cosa ne pensate voi.CONTRABBANDINO

  12. ilModernista Says:

    Io di curva, tra alti e bassi, tra Terracina e Lazio, ci vado dal lontano 88/89…è più che una seconda casa.Ritengo che la Tessera del Tifoso faccia parte di un disegno più ampio…non so se vi rendete conto che da una ventina d'anni si stiano lentamente ma inesorabilmente ristringendo tutti gli spazi di libertà! Un poco alla volta stanno facendo sì che la libertà d'espressione sia in qualche modo controlalta dallo stato. Roba da regime.Vi faccio un esempio stupido…il Rototom Sunplash è l'evento reggae più importante d'Europa. Si è tradizionalmente svolto ad Osoppo, in provincia di Udine. Bene…da quest'anno è stato costretto ad emigrare in Spagna perché tra le tante aberrazioni della legge Fini/Giovanardi c'è quella dell'"istigazione al consumo di droghe" ed essendo un festival di musica reggae ecco qua che automaticamente scatta l'istigazione al consumo di erba. Ma vi sembra una cosa normale? Direte…chissenefraga…è roba da zecche! Ecco…è la risposta che vogliono loro. Come del resto se parlo della Tessera ad una persona che non va in curva mi risponderà "Chissenefrega…siete tutti dei violenti".O qui si inizia ad aprire gli occhi oppure saranno cazzi.Certo…prima o poi una discussione seria sugli ultras e su cosa vogliono essere va fatta!

  13. anonimo Says:

    Amaramente ho preso la decisione di non tesserarmi.Vi cerco di spiegare il paradosso che mi ha portato a non volerla fare….Io mi ritengo cittadino del mondo, so e la mia vita sia per lavoro e che per affetti mi ci ha spesso portato che oggi posso essere e vivere a Roma, forse domani a Londra e forse tra cinque anni tornare a Milano.Lo accetto, non lo subisco, e da questo spostarmi per non legarmi troppo ad un luogo ne prendo le cose migliori, il confronto il conoscere nuove realtà.Così ho fatto con la tessera, non la faccio rinuncio ad un posto magari di curva sud, pero' ci saro', e ci saro' da ultras e da individuo libero.Non è un gradone, anche se ci sono legato ed affezionato, che identifica quanto sono ultras e la mia fede, od un settore, sono nel mio modo di essere di vivere di rapportarmi ad esserlo.A molti puo' sembrare un paradosso, ma io ho ragionato così.Non potro' magari vedere le partite con a finco i miei amici, beh li incontrero' prima e dopo il match al pub.Un grande fiscio diceva che nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma (ora con questa citazione me la tiro, già immagino Scuncì che mi dice MA CHE CAZZ DICI TORNA A FA I DISADATTATE VA'!).Cio' è quanto…alla prostata l'ardua sentenza!TO BE CONTINUEDALEMAO

  14. anonimo Says:

    IO NON MI TESSERO….MAI!saluti ai soliti…lupo cb

  15. anonimo Says:

    vi assicuro che non l'ho lasciato io il mess sopra… chi puo' che faccia il controllo degli IP.. graziefiglio di Circe

  16. Gordon74 Says:

    Modernista… qualche tempo fa hai scritto delle cose bellissime sul "mettersi dalla parte del torto", cose che mi fanno pensare ad una consapevolezza di quello che significa essere ultras, mettendo nero su bianco ciò che sta dentro le nostre coscienze. Penso che molti di noi ci abbiano ragionato sopra al fatto di cosa presupponga l'essere ultras, appunto confrontandosi con la propria coscienza, e lì venivano ammessi dei torti… ma nessuno sarebbe riuscito a fare a meno di tutto il resto, ovvero le sensazioni date dallo stare insieme sui gradoni, andare in trasferta, organizzare coreografie, inventare cori, le vittorie e le sconfitte… dov'è stato l'errore? sarei un fenomeno se lo sapessi… ma un indizio può darmelo proprio questa sorta di "tesseramento": mettiamo che il problema siano stati i gruppi organizzati… non si è cominciato proprio da parte nostra a "tesserare", a dire "bisogna fare questo, non bisogna fare questo, per far parte di questo gruppo"? La Tessera del Tifoso limita la personalità, l'originalità, la diversità del tifoso… e la tessera di un gruppo organizzato? 

  17. ilModernista Says:

    Circe…infatti mi sembrava strano…non hai mai usato quei toni.Tranquillo…sei sempre il benvenuto!Bravo Gordon…hai centrato esattamente il tema!Mo non c'ho tempo…mi riservo di scrivere qualcosina in seguito…

  18. anonimo Says:

    io sono due anni che non mi abbono (dopo 8 abbonamenti consecutivi) "per principio", e di questo devo ringraziare il "ragazzo di bella presenza pistola in tasca e telefonino".sono comunque moooooolto preoccupato per quello che succederà da settembre in poi.le curve italiane, ad eccezione di qualche lodevole esempio, non sono riuscite a uniformarsi e a confrontarsi su un argomento di vitale importanza per la loro sopravvivenza, e badate bene che ho scritto curve e non ultras.gli scenari che si profilano sono devastanti e di contro continuo a leggere e sentire "bambinate" pazzesche, anche da omaccioni grandi e grossi.sentire ad un passo dal baratro gente che dice che l'ultras nasce clandestino e così muore, oppure che non c'è ragione al mondo per scendere al fianco di romani o veronesi o milanesi per una causa comune, mi da una rabbia inimmaginabile.io dal canto mio, visto che tra "la mia gente" non ho sentito una parola sul da farsi, di certo non mi tessererò, emigrerò in altri settori, magari più costosi ma sicuramente più comodi.in trasferta comprerò i biglietti del settore che più mi aggrada e al primo schiaffo comincerò a fare denunce su denunce…GA!

  19. ilModernista Says:

    …a meno che Lotito non se compra pure l'AS Roma e allora stiamo tutti sulla stessa barca!A parte gli scherzi…confido molto nel fatto che se tutti inizieranno a muoversi come cani sciolti si creerà un caos che li manderà ai pazzi!Io dubito che ci consentiranno di fare come ci pare (lo so è incostituzionale…ma a questi che je frega)…guardate cosa è successo a Genoa – Milan…nonostante la tessera ai milanisti è stato comunque impedita la trsferta…anzi, la partita s'è giocata a porte chiuse!Ma de che stamo a parla'!

  20. ilModernista Says:

    @ EvaluamoremioInutile…a me la Nike sta sui coglioni…ma per quanto riguarda la comunicazione questi sono dei mostri…sanno quali corde toccare!

  21. anonimo Says:

    #45  06 Maggio 2010 – 19:04

     

    ma il coattone biondo con i capelli lunghi che hanno inquadrato, penso in monte mario??? Piu' che coattone me sembrava la mamma di Mexes..figlio di circe
    Circe…infatti mi sembrava strano…non hai mai usato quei toni.Tranquillo…sei sempre il benvenuto!………????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

  22. ilModernista Says:

    Non è lui…fidate…

  23. anonimo Says:

    quei messaggi strani appartengo ad un altro articolo, c'e' un problema di spam..semmai mod cancellali..x quanto rigurada la pubblicita' della nike al 42sec c'e' bobby solo, e ho detto tutto…

  24. anonimo Says:

    #45  06 Maggio 2010 – 19:04   ma il coattone biondo con i capelli lunghi che hanno inquadrato, penso in monte mario??? Piu' che coattone me sembrava la mamma di Mexes..figlio di circeCirce…infatti mi sembrava strano…non hai mai usato quei toni.Tranquillo…sei sempre il benvenuto!………????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????fidate tu….mentalità sanfeliciana

  25. Gordon74 Says:

    Torno adesso da Nemi, dove abbiamo giocato l'andata dei playout contro il Torrenova… da buon scozzese mi sono quasi ustionato, durante il 1° tempo stavo per avere un mancamento per disidratazione da cori… non m'aregge più la pompa è ufficiale. Comunque vado pazzo per queste cose soprattutto quando si chiacchiera prima della partenza, si discute durante il viaggio, si ride, si scherza, ci si passa l'acqua, le sigarette, ci si avvelena, si canta, si soffre con queste persone.Siamo Ultras? si un giorno lo abbiamo scelto. Perchè ci trovavamo identificati nell'orgoglio per la propria città, nel sostegno corale, nei simboli che la rappresentano. Lo abbiamo scelto TUTTI. Oggi serviva uno striscione per rappresentarci? No e non è servito. Il fatto che serva una tessera è talmente paradossale che non ci si riesce a pensare realmente.Ragazzi su questa diatriba mi ci farei una risata sopra… insomma è normale che si accetta lo sfottò più da chi si conosce di persona. Poi sono portato a pensare che la mamma di Mexes non dev'essere stata una francesina tanto male, ma il ricordo di sto coattone mi ha fatto talmente ridere che all'offesa non ci ho fatto neanche caso. Insomma non me n'è fregato un cazzo questa la sintesi. Se il problema è riferito al tema del post dico che confrontandomi di persona con alcuni partecipanti alla discussione, non è che la cosa fosse venuta fuori in modi espliciti. Io lo avevo scritto via mail al Modernista che parlare di "difesa della romanità" era quantomeno rischioso… tantopiù che poi Totti ci ha messo del suo e todo el mundo s'è scatenato, pure il Presidente della Repubblica e il Cardinale Vicario. Esemplare direi. Grazie a quel fenomeno giornalaio che ha scritto su un quotidiano nazionale quanto gli faccia schifo Roma e i romani… bravo, da millenni è la citta più bella del Mondo, ci vengono in molti a fare vacanza e anche tu a lavorare (si fa per dire) e a mangiare. Se non ci fossero tanti parassiti come lui non ci sarebbe neanche il traffico e tornerebbe persino il ponentino.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: