ENZO BEARZOT R.I.P.


Se ne va oggi uno dei miti della mia generazione…quella delle partite alla radiolina…delle magliette di flanella…delle domeniche pomeriggio allo stadio…degli stadi sempre pieni…del tifo colorato…delle trasferte di massa…dei treni speciali…dei calciatori "normali"…dei numeri dall'1 al all'11…della tripletta di Rossi al Brasile…del gol di Spillo Altobelli in finale…dell'esultanza di Tardelli.
Se va un personaggio normale e fantastico al tempo stesso…uno che oggi non sarebbe degnato nemmeno di un'intervista in TV…l'antitesi dei Mourinho per intenderci. Se ne va colui che vinse un Campionato del Mondo alla faccia di tutti battendo squadroni pieni zeppi di fuoriclasse (non che non ne avessimo anche noi eh)…se ne va Enzo Bearzot, l'allenatore con la pipa che mi ha regalato la prima vera gioia calcistica della mia vita.
Con immenso rispetto…con eterna gratitudine…ciao grande Enzo!

Annunci
Explore posts in the same categories: Uncategorized

8 commenti su “ENZO BEARZOT R.I.P.”

  1. ilModernista Says:

    MILANO – E' morto a Milano Enzo Bearzot, ct campione del mondo dell'Italia nel 1982. Il "vecio", allenatore amatissimo, se n'è andato in silenzio, rarissime le sue interviste negli ultimi anni. Era nato nel settembre del '27, aveva dunque 83 anni. La sua foto con Pertini, e in mezzo la Coppa del Mondo, è sui libri di storia. E' stato un esempio di stile e compostezza, sia da calciatore che da allenatore.

    E' stato alla guida della Nazionale, dal '75 al 1986. Esordì con un Italia-Finlandia 0-0. Giocò ct in tre Mondiali, ottenendo un insperato quarto posto in Argentina. Un Mondiale in cui sbocciarono giovani come Gentile, Cabrini, Scirea, Tardelli e Paolo Rossi. Un gruppo fantastico che poi Berazot avrebbe portato alla vittoria nel Mondiale del 1982. E fu per le ragioni del cuore che confermò un gruppo ormai sfiorito nel 1986, quando la Nazionale fu eliminata in Messico agli ottavi di finale dalla Francia di Platini. Fu la sua ultima partita alla guida della squadra azzurra.

    Ora è forse ovvio dire che Bearzot non c'entrava nulla con il calcio di oggi. Non avrebbe mai elencato i tredici errori arbitrali come ha fatto Mourinho l'altro giorno. Si può parlare di uno stile Bearzot, certo. Uno abituato a combattere con la stampa ogni mattina, ad affrontare – come successe davanti a un albergo di Roma – un giovane tifoso che lo chiamò scimmione perché non aveva convocato Beccalossi. Alla fine – la storia insegna – ha avuto ragione lui.

    Il suo capolavoro fu la preparazione del Mondiale 1982. Una squadra assediata, un calcio allo sfascio che usciva dal calcioscommesse, un centravanti – Paolo Rossi – reduce da una squalifica. Bearzot creò un gruppo perfetto, con un allenatore in panchina, e uno in campo che si chiamava Zoff. Fu un Mondiale giocato contro tutti quello in Spagna, nacque il famoso fenomeno del silenzio stampa, poi replicato infinite volte.

    Fu la vittoria del "noi soli contro tutti", con una stampa e un paese totalmente contro, con un giovanissimo Antonio Matarrese presidente di Lega che "voleva prenderli tutti a calci del sedere" dopo la deludente amichevole pre-mondiale. Ma in Spagna fu un crescendo. Un girone eliminatorio deludente, condite da feroci polemiche sul pareggio con il Camerun (1-1) che diede la qualificazione all'Italia. Bearzot ha sempre respinto con sdegno queste insinuazioni, e ne rimase ferito.

  2. Gordon74 Says:

    R.I.P.

  3. anonimo Says:

    Onore, e non onori.

    Grazie di tutto

    ALEMAO

  4. ilModernista Says:

    Due cose:

    1) Nella foto in basso (quella con Causio e Antognoni) Bearzot sta chiarissimamente chiudendo una canna!

    2) Nelle immagini del filmato della finale c'è uno striscione "Avellino club Salerno"…ai limiti del blasfemo!

  5. CASCIAVIT Says:

    RIP GRANDE………….GRAZIE PER AVERMI REGALATO LA PRIMA GRANDE EMOZIONE IN UNO SPORT CHE è SEMPRE STATO LA MIA VITA!

  6. anonimo Says:

    Mitico Enzo, ruccutone n.1!!!!!!!
    Hai fatto della grinDa la tua arma vincente.
    E chi se li scorda più quei caroselli d'estate in 7 su una vecchia Citroen Diane a gridare, bere ed esultare fino all'alba……….

    Drag King

  7. anonimo Says:

    Marazico….


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: