CULO AL VENTO PER CHI PERDE

BELLISSIMA INIZIATIVA QUELLA DEGLI SVEDESI. CHI PERDE PAGA!

GIU’ IL CAPPELLO? NO! I PANATALONI!

UN MODO COME UN ALTRO CHE COMPETERE CON LO “STIMOLO” DI NON FARE LA FIGURA DI MERDA!

ANCHE QUESTO GIOCHINO HA SCATENATO LE POLEMICHE DEI SOLITI GIORNALISTI PERBENISTI CHE PER ACCAPARRARSI IL PUTTANT TOUR EURPEO SI SARANNO CALATI IN POCHI I PANTALONI.

Ecco la punizione alla svedese
Tiro alle natiche di chi sbaglia
Milano, 13 giugno 2012

Un video del quotidiano Expressen svela la curiosa pratica: il secondo portiere Wiland commette un errore durante il torello e finisce a fare da bersaglio per i compagni con i pantaloncini abbassati. Ed è polemica

Ecco la punizione alla svedese
Tiro alle natiche di chi sbaglia

Milano, 13 giugno 2012

Un video del quotidiano Expressen svela la curiosa pratica: il secondo portiere Wiland commette un errore durante il torello e finisce a fare da bersaglio per i compagni con i pantaloncini abbassati. Ed è polemica

Wiland, 31 anni, 8 presenze con la Svezia. Afp
Wiland, 31 anni, 8 presenze con la Svezia. Afp

Chi sbaglia paga. Ma nella nazionale svedese, come ha svelato un video pubblicato nel sito del quotidiano Expressen, la punzione può essere dolorosa: giù i pantaloncini, di schiena verso i compagni che, muniti di pallone, cercano di centrarti le natiche. E’ successo ieri a Kiev al secondo portiere Johan Wiland, 31enne che vanta 8 presenze con la Svezia.

La punizione a Wiland
La punizione a Wiland

nel centro del mirino — Wiland e i compagni erano impegnati nel torello al volo, quando il portiere ha sbagliato e si è meritato la punizione. Spedito in castigo sulla linea di fondo campo, pantaloncini abbassati, prima in ginocchio e poi in piedi. Ma sempre con il fondo schiena al vento. I compagni intanto prendono la mira, appostati al limite dell’area. Poi scatta il tiro al bersaglio. Ma la mira degli svedesi è imprecisa e Wiland, che aspettava il colpo chinato in avanti con le natiche verso i compagni, può risistemarsi i pantaloncini. E tornare ad allenarsi come se fosse tutto normale.

polemiche — Invece il video ha scatenato tantissime polemiche, con la federcalcio svedese che sta cercando invano di farlo rimuovere dal web. “Sono gli eroi di migliaia di ragazzi di tutta la Svezia – ha attaccato il segretario generale Lars Arrhenius -. Non dovrebbero fare cose del genere”. L’ex portiere Ravelli, una delle leggende del calcio svedese, ha provato a smorzare i toni: “So che tutto questo potrebbe essere percepito come un episodio di bullismo, ma sicuramente non lo è”.

Annunci
Explore posts in the same categories: Uncategorized

One Comment su “CULO AL VENTO PER CHI PERDE”

  1. CASCIAVIT Says:

    sembra la posizione pe giucà a mandela mandela recchia…hihihih


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: