Muiravale Freetown

Direttamente dalle fucine dell’Alambic Conspiracy esce Muiravale Freetown, disco d’esordio della omonima band pontina che si inserisce nel vasto e valido panorama reggae italiano. L’album, contenente dieci tracce originali e due dub version firmate Paolo Baldini,si contraddistingue per una notevole varietà sia a livello tematico che stilistico. Le tinte fosche di brani come “No fallah dem” o “Sinthing nah go a well”, incentrati sulla denuncia sociale e la critica alla classe politica moderna, si affiancano con estrema naturalezza alle atmosfere molto più frivole di “Neva too late”, inno all’ottimismo che ammicca alla musica mariachi, o “Love potion”, rocksteady su una notte d’amore con una ragazza appena incontrata. La rabbia ed il sarcasmo di “Money maker” o “Gangsta fake”, dedicate rispettivamente ad arrampicatori sociali senza scrupoli e pseudo – artisti senza idee, cedono il passo al sereno spiritualismo di “Trinity”, ispirata alla storia del medico missionario Alfredo Fiorini. Sonorità reggae, roots, rocksteady, e nyabinghi, si fondono con contaminazioni rap, r’n’b, soul ed hard rock dando vita ad un prodotto molto eterogeneo ma in grado di mantenere comunque una forte coerenza interna ed una identità ben definita.

IAMMM IAMIC’ MIIII!

Foto: Road To Festa della musica Europea ,Senigallia

Annunci
Explore posts in the same categories: Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: